Jigging hook: BKK 8070-3X-NP


L’articolo di oggi riguardante i jigging hook è dedicato agli ami 8070-3X-NP di casa BKK.

Da non confondere con gli ami 8070-3X-HG, di cui avevamo gia parlato, molto simili agli 8070-3X-NP, che si distinguono per la differente lavorazione della punta.

Ad un primo colpo d’occhio sembrerebbero molto simili se non uguali, ma guardandoli attentamente si notano le differenze tra le due punte, che nel caso della serie 8070-3X-NP è “leggermente” più fine, e con un’altissima capacità ferrante.
Anche per questo modello la punta è rifinita a mano per ogni singolo pezzo.

Spero di poter far fare decentemente quanto prima da qualche amico delle foto macro per un altro articolo sulle varie differenze tra le due punte.
Proprio come per l’altra serie di ami, anche questi hanno l’occhiello saldato, ed inclinato verso l’esterno, mentre la dimensione del filo resta identica.
Ottimo il rapporto qualità prezzo, stessa cosa vale anche per la resa nel tempo e la resistenza all’ossido.

Questi ami vengono venduti in sette misure differenti, in modo tale da poter coprire tutte le esigenze, e il numero di ami per confezione varia in base alla misura scelta.
Sotto trovate in base alla misura la quantità di ami per confezione e il loro carico di rottura dichiarato dalla BKK.

1/0 – 9 pezzi per confezione -14,5 kg carico di rottura
2/0 – 8 pezzi per confezione – 16 kg carico di rottura
3/0 – 7 pezzi per confezione – 17,5 kg carico di rottura
4/0 – 7 pezzi per confezione – 23 kg carico di rottura
5/0 – 6 pezzi per confezione – 26,5 kg carico di rottura
7/0 – 5 pezzi per confezione – 29 kg carico di rottura
11/0 – 3 pezzi per confezione – 43,5 kg carico di rottura

Simone HiraMahi Aprile

Simone Aprile, classe '87, nato a Pisa, vive attualmente in provincia di Messina; è un pescatore sportivo, da sempre amante del mare e appassionato di pesca con le esche artificiali, handmade e fotografia. Inoltre è un lurebuilder e appassionato sfegatato di tutto ciò che ruota intorno alla costruzione fatta a mano di esche artificiali, dai materiali, alle esche finite realizzate da altri costruttori. Nel 2013 ha creato "Shore Jigging Italia" un sito internet contenente articoli di carattere informativo riguardo questa fantastica tecnica di pesca, poi assorbito e sostituito nel 2018 da "HiraMahi.it", che è stato creato per raccontare se stesso, le sue passioni e le sue attività attraverso articoli scritti e video, oltre a creare Blog & Vlog con tutorial, recensioni, interviste e news.

Lascia un commento