Canne da pesca: Apia Foojin’ Black Line 96MH

Apriamo la sezione dedicata alle canne da Shore Jigging con la Foojin’ Black Line 96MH di casa APIA.

Una canna con un peso di 250 grammi e una lunghezza di 9’6″.
Prendendola in mano si nota immediatamente che è una canna ben bilanciata, osservandola si capisce quanto APIA tenga ai dettagli, infatti la canna è molto ben curata e ben assemblata, sia per quanto riguarda l’anellatura e la rilegatura degli stessi, sia per la qualità dei componenti utilizzati per assemblare il manico che in questo modello é splittato.
L’eva dell’impugnatura del manico ha una consistenza molto alta, e gli anelli sono otto, Fuji in SIC, doppio ponte.
Inoltre è presente una ghiera metallica sulla placca porta mulinello, che serve a prevenire allentamenti accidentali in pesca o durante il combattimento.
Ben costruito e robusto l’innesto che è a spigot.
La canna viene dichiarata con un cast da 80 grammi, che in questo caso sono 80 grammi reali, che oltre a lanciarli li gestisce molto bene anche su batimetriche importanti come 50/60 metri di profondità.
La 96MH è perfetta per un range di grammature dai 50 agli 80 grammi, anche i 40 grammi lancia e gestisce abbastanza bene, ma da il meglio di se su grammature più pesanti.
L’azione è la classica da Shore Jigging, morbida in punta per accompagnare i jig, anzichè strapparli, ma con una grande schiena e un grandissima riserva di potenza.
Questa canna è molto potente, ma allo stesso tempo anche molto sensibile, che ci farà godere anche i pesci più piccoli, anche se il suo utilizzo è è studiato per insidiare pesci di dimenzioni medio grandi in spot con molta corrente, così da contrastarla con casting jig di grammatura adatta.
Se proprio dobbiamo trovargli un difetto, l’impugnatura sopra la placca porta mulinello, che a parer mio è giusta giusta, averla qualche centimetro più lunga sarebbe stato meglio, e il confort sarebbe stato maggiore.
In conclusione, questa canna ha un buonissimo rapporto qualità prezzo, adatta alla ricerca di prede in condizioni di corrente molto forte.

 

Simone HiraMahi Aprile

Simone Aprile, classe '87, nato a Pisa, vive attualmente in provincia di Messina; è un pescatore sportivo, da sempre amante del mare e appassionato di pesca con le esche artificiali, handmade e fotografia. Inoltre è un lurebuilder e appassionato sfegatato di tutto ciò che ruota intorno alla costruzione fatta a mano di esche artificiali, dai materiali, alle esche finite realizzate da altri costruttori. Nel 2013 ha creato "Shore Jigging Italia" un sito internet contenente articoli di carattere informativo riguardo questa fantastica tecnica di pesca, poi assorbito e sostituito nel 2018 da "HiraMahi.it", che è stato creato per raccontare se stesso, le sue passioni e le sue attività attraverso articoli scritti e video, oltre a creare Blog & Vlog con tutorial, recensioni, interviste e news.

Questo articolo ha 2 commenti.

    1. Ciao Stefano, non è una canna che va bene per la pesca dalla barca, sia per l’azione che per la lunghezza.
      Ci sono alcune canne da “barca” che puoi utilizzare bene anche per i jig da terra tipo questa Crostage , ed ovviamente, nascendo per barca ci peschi molto bene in off shore, ma le canne specifiche per lo shore jigging non è possibile utilizzarle in barca.
      Che grammatura vorresti utilizzare?
      Se mi dai qualche info in più magari cerco di consigliarti qualcosa per quel poco che posso.
      Attendo tue risposte.

      Simone A.

Lascia un commento