Canne da pesca: Tailwalk Manbika 96MH

 

Continuiamo a parlare della serie Manbika di casa Tailwalk, dopo avervi descritto la 96H è arrivato il momento di parlare della 96MH, una chicca che purtroppo non viene ancora importata in Italia attraverso i canali ufficiali.

Una canna che a parer mio é “quasi” perfetta per i mari italiani, dato che ci consente di pescare sia dalle postazioni alte, tipiche dell Shore Jigging, e sia da scogliere basse e anche dalla spiaggia, dato che nonostante la lunghezza possiede anche  una buona maneggevolezza.
La lunghezza è di 9’6″, ovviamente è in due sezioni e possiede un casting Weight di 60 grammi quasi reali.
Gode di componentistica di buon livello, anelli Fuji SIC  doppio ponte e placca Fuji.
L’innesto è a spigot, costruito bene e risulta essere molto robusto e la sensibilità é ottima, questa canna ci permetterá di goderci anche piccoli pesci.
La Tailwalk dichiara un max drag i 4,5 kg, che a parer mio personale, non li trovo reali, l’deale per me sarebbe un settaggio del max drag di 3,5, oltre la canna sembrerebbe iniziare a soffrire durante il combattimento. Ci tengo a precisare che 3,5 kg di max drag non sono pochi e ci consentono ugualmente di fronteggiare pesci di buona mole.
Il casting weight dichiarato è quasi reale, è possibile senza alcun problema lanciare i 60 grammi dichiarati, l’unico problema è che soffre un po sulla gestione del jig su batimetriche importati, ovvero su fondali da 50/60 metri ed oltre.
Mentre per il casting weight minimo lancia e gestisce bene jig da 20/25 grammi a salire.
Il peso della canna è di 249 grammi, e si equilibra molto bene con mulinelli di  taglia 5000 Shimano o 3500/4000 Daiwa.
La canna è ben rifinita e molto curata, il manico è ben assemblato e le legature degli anelli sono ben fatte.
Il rapporto qualità/prezzo è buono, ed é un piacere da vedere, ma soprattutto da utilizzare, ottima sia per chi si avvicina allo Shore Jigging, che per il pescatore che cerca un attrezzo affidale e divertente.

Simone HiraMahi Aprile

Simone Aprile, classe '87, nato a Pisa, vive attualmente in provincia di Messina; è un pescatore sportivo, da sempre amante del mare e appassionato di pesca con le esche artificiali, handmade e fotografia. Inoltre è un lurebuilder e appassionato sfegatato di tutto ciò che ruota intorno alla costruzione fatta a mano di esche artificiali, dai materiali, alle esche finite realizzate da altri costruttori. Nel 2013 ha creato "Shore Jigging Italia" un sito internet contenente articoli di carattere informativo riguardo questa fantastica tecnica di pesca, poi assorbito e sostituito nel 2018 da "HiraMahi.it", che è stato creato per raccontare se stesso, le sue passioni e le sue attività attraverso articoli scritti e video, oltre a creare Blog & Vlog con tutorial, recensioni, interviste e news.

Lascia un commento