Conoscere i pesci: il pesce pilota

L’articolo di oggi parla di un piccolo pesce molto combattivo, il pesce pilota.

Il suo nome scientifico è “Naucrates Ductor”, appartiene alla famiglia “carangidae” e quasi in tutta Italia viene comunemente chiamato pesce Pilota.
Il suo corpo è allungato, quasi fusiforme e compresso.
Il muso è smussato, ha un profilo arrotondato e la bocca è piccola con denti villiformi.
Le pinne dorsali hanno 26/28 raggi, le prime spine sono basse, molto poco sviluppate e non collegate da membrane, tranne che in età giovanile.
Il peduncolo caudale possiede carenature carnose, la pinna caudale è molto bifida mentre la pinna anale possiede 16/17 raggi.
Generalmente ha una colorazione bluastra sul dorso, mentre i fianchi e il ventre sono piu chiari, di colore bianco/grigio.
I fianchi hanno le classiche bande trasversali scure, tipiche del pesce Pilota, generalmente queste bande sono  da 5 a 7.
La pinna caudale è scura con apici bianchi, le pinne pettorali e ventrali sono giallastre e talvolta nere.
La linea laterale è ondulata e le scaglie sono piccole.
Il pesce Pilota è diffuso in tutti i mari temperati e tropicali, generalmente in Italia è maggiormente e facilmente catturabile nel periodo che va da
Agosto inoltrato fino a metà Dicembre, anche se si sono registrate catture al di fuori di questo periodo.
Gli esemplari più giovani è possibile avvistarli sotto oggetto galleggianti,  e meduse con le quali convivono molto bene, mentre gli esemplari adulti
in genere cercano la compagnia degli squali.
L’unica specie di pesce che si ciba dei pesci Pilota è la Lampuga.

 

Simone HiraMahi Aprile

Simone Aprile, classe '87, nato a Pisa, vive attualmente in provincia di Messina; è un pescatore sportivo, da sempre amante del mare e appassionato di pesca con le esche artificiali, handmade e fotografia. Inoltre è un lurebuilder e appassionato sfegatato di tutto ciò che ruota intorno alla costruzione fatta a mano di esche artificiali, dai materiali, alle esche finite realizzate da altri costruttori. Nel 2013 ha creato "Shore Jigging Italia" un sito internet contenente articoli di carattere informativo riguardo questa fantastica tecnica di pesca, poi assorbito e sostituito nel 2018 da "HiraMahi.it", che è stato creato per raccontare se stesso, le sue passioni e le sue attività attraverso articoli scritti e video, oltre a creare Blog & Vlog con tutorial, recensioni, interviste e news.

Lascia un commento