Conoscere i pesci: la Lampuga


Oggi per la rubrica “Conoscere i pesci” vi parlo di uno dei miei pesci preferiti, la lampuga.

Il suo nome scientifico è “Coryphaena Hippurus”, viene chiamata Dolphin Fish, Dorado, Corifena Cavallina o più comunemente Lampuga.
Ha un corpo molto allungato, molto compresso lateralmente.
La testa è massiccia, ci sono grandi differenze tra i sessi nel profilo frontale, il maschio ha un profilo molto tozzo e squadrato, mentre quello della femmina è molto più rotondeggiante.
Entrambi i sessi sono più pesanti nella parte anteriore del corpo, che poi si assottiglia verso la coda.
La pinna dorsale è singola, molto lunga e molto alta e possiede 55/65 raggi.
La pinna caudale è bifida con lunghi lobi, mentre la pinna anale è lunga e possiede 26/30 raggi.
Possiede una colorazione inconfondibile,sul dorso e sui fianchi è di un blu vivido, sfumato con un’iridiscenza brillante color oro argenteo, i fianchi sono punteggiati e maculati color nero e oro, il ventre è da bianco a dorato, la pinna caudale è color giallo oro.
Gli esemplari giovani, mostrano una serie di bande trasversali che si estendono fin sopra la pinna dorsale.
I suoi colori sbiadiscono rapidamente dopo la morte, diventando di colore grigio o grigio scuro.
È possibile trovarla in grandi branchi e non.
Predilige il mare aperto, e spesso staziona sotto “oggetti che galleggiano” che possono fornirle ombra.
Le uova della Lampuga galleggiano, e una femmina, anche se giovane, può produrre anche più di 500.000 uova.
La deposizione delle uova avviene generalmente in autunno, momento in cui si avvicina anche alla costa.
Si ciba di varie specie di pesci, sardine, acciughe, sugherelli, ecc,  ma principalmente è ghiotta di “Pesci Rondine”.
La misura minima di legge è 30 cm per l’Italia e 60 cm per la Sardegna.

Simone HiraMahi Aprile

Simone Aprile, classe '87, nato a Pisa, vive attualmente in provincia di Messina; è un pescatore sportivo, da sempre amante del mare e appassionato di pesca con le esche artificiali, handmade e fotografia. Inoltre è un lurebuilder e appassionato sfegatato di tutto ciò che ruota intorno alla costruzione fatta a mano di esche artificiali, dai materiali, alle esche finite realizzate da altri costruttori. Nel 2013 ha creato "Shore Jigging Italia" un sito internet contenente articoli di carattere informativo riguardo questa fantastica tecnica di pesca, poi assorbito e sostituito nel 2018 da "HiraMahi.it", che è stato creato per raccontare se stesso, le sue passioni e le sue attività attraverso articoli scritti e video, oltre a creare Blog & Vlog con tutorial, recensioni, interviste e news.

Lascia un commento