Interviste: Valantis Roditis


Torniamo in Grecia per un’altra intervista, oggi parliamo con Valantis Roditis.
Buona lettura.
Scroll down for english version.

Ciao, parlaci un po di te…
Sono Valantis Roditis dalla Grecia, dove vivo e pesco presso l’isola di Creta. Pesco fin da quando ero molto piccolo. Inizialmente praticavo surf casting, che pratico ancora utilizzando esche vive, per i grandi pesci pelagici, qui a Creta.

Da quanto pratichi la tecnica dello Shore Jigging? E come hai iniziato?
Ho iniziato nel 2008. Stavo cercando un’alternativa di pesca per grandi pesci pelagici dalla riva (la pesca da terra mi affascina più che sulla barca) dato che il surf casting non frutta molto in estate, attraverso il supporto di giornali e di internet, ho scoperto lo Shore Jigging e lo spinning.

Che attrezzatura utilizzi solitamente?
Nel 2008, la conoscenza dell’attrezzatura era molto poca, e l’attrezzatura specifica che era presente sul mercato aveva costi proibitivi. Ho avuto un’ Apache 3,20 m con un penn atlantis 7000 che ho usato per tre anni. Attualmente uso una Zenaq Defi Muthos 100H, che inizialmente usavo con un Daiwa Saltiga 5000H, ma era una combo un po troppo faticosa, e lo ho sostituito con un Saltiga 4000H. Per lo Shore Jigging più leggero, utilizzo una Zenaq  Outrange 93 con un Daiwa Catalina 4000H.

Il tuo jig preferito?
Jig preferito ….. ahahah io in realtà non credo che ci sia qualcosa di preferito. Ci sono jig che funzionano di più in certi spot, e jig che funzionano di meno, ma non ne ho uno preferito in particolare. in generale quelli che preferisco maggiormente sono gli M&W (Tissot, Ghost, ecc), Evergreen Javeline, Shimano Whirligig, Daiwa Sacrifice 2, Ima Gun, Hart Long Blade ecc…

Che pesce preferici insidiare?
il pesce che più mi piace nello Shore Jigging è la ricciola, è molto intelligente e ha molta potenza, che porta le nostre attrezzature al loro limite massino. Dopo di che, adoro il dentice. Il dentice è un pesce molto astuto, difficile da ingannare. Poi il grande pelagico è sempre un desiderio per ognuno di noi.

Raccontaci della cattura che più ti ha dato soddisfazione e che ti è piaciuta di più…
L’emozione più grande è stata per un pesce che non avevo mai catturato… Quando ho iniziato questa nuova tecnica, con poca conoscenza e attrezzatura molto modesta, ho incannato qualcosa di veramente grande (ricciola), dopo una bella lotta con il pesce, è venuto fuori. E’ stato il primo passo per l’acquisto di attrezzatura al top, e fu così che mi fissai definitivamente con questa tecnica.


Nella tecnica dello Shore Jigging, vengono sempre più usati oltre ai casting jig, cucchiaini, arpoon, kabura e inchiku.  Sei favorevole o sei più un purista e tendi solo ed esclusivamente ad utilizzare casting jig?
Così come qualsiasi tecnica di pesca, anche nello Shore Jigging, ognuno di noi dovrebbe essere di mentalità aperta e in continua sperimentazione, io uso tutto, a seconda del pesce che cerco. Kabura e Inchiku, verranno sempre utilizzati a seconda dello spot di pesca. I plug’s per i pesci caccia in superficie. Inoltre, ultimamente stiamo usando esche colorate da noi per riprodurre i piccoli pesce che vivono nelle zone dove peschiamo.

Come vedi il futuro dello Shore Jigging?
Il futuro dello Shore jigging lo vedo bene, questa tecnica può offrire molte soddisfazioni, molte catture e il tutto è in continuo aumento.
Poi le industrie che producono attrezzatura da Shore jigging presentano nuovi prodotti con un ritmo furioso.

Cosa consigli a chi si sta avvicinando alla tecnica dello Shore Jigging?
Ogni pescatoredeve insistere e ricercare, sacrificare energie e soldi.
Cercare di apprendere un po di conoscenza di questa pesca, e praticare il relase con i pesci di taglia piccola.

Vuoi aggiungere qualcosa?
Vorrei ringraziarti per l’opportunità che mi hai dato, di dare le mie opinioni attraverso questa intervista, auguro il meglio, molti successi e grandi emozioni a tutti voi che praticate lo Shore Jigging.


English version.

Hello, tell us a little about you …
I am Valantis Roditis from Greece, where I live and fish at the island of Crete. I deal with fishing since my childhood. Initially, I dealt with surf casting, I still do as technique as well as shore fishing, by using live bait, for large pelagic fish, here in Crete.

From what you practice the technique of Shore Jigging? And how did you start?
It was about 2008 when I started. I was thinking an alternative of fast fishing for large pelagic fish from shore (it fascinates me more than on the boat) and as the casting is not favored in summer, in terms of weather and the continuous bait search, via the print media and the internet, I discovered and dealt with the SJ and then with spinning.

What equipment do you usually use?
In 2008, the equipment and knowledge that existed for the technique in Greece was minimal and specialized tools were highly prohibitive in the market, from the point of price. I got lucky and then firstly introduced the reeds of hearty rise, and then I got an apache 3,20 m with a penn atlantis 7000. For three years now, I fish using Zenaq defi mythos 100H, which initially was combined with a daiwa saltiga 5000H, but as the whole was a bit tiring, I replaced it with a saltiga 4000H. For light shore jigging i have chosen a zenaq the outrange 93 with a daiwa catalina 4000H.

Your favorite jig?
Favorite Jig…..hahaha I do not actually believe there is something stable…There you say that I have found a jig which gives me fish…and I use it all the time…in another place works another or something new is coming out that really makes the difference. Some of these are the well-known M & W (tissot, ghost, etc.), evergreen javlin, shimano wirljig, daiwa sacrifire ii, ima gun, hart long blade etc.

What fish prefer to undermine?
The first fish that excites in SJ is the amberjack, as it has enormous power and cleverness, it brings our equipment to the limits. After that, it comes dentex. Dentex is a big business. With the cunning it haw, it is difficult to fooled . Then the big pelagic is always a hidden desire of every one of us.

Tell us about the catch that gave you the most satisfaction and that you enjoyed it more …
The biggest thrill was for a fish that never bait….hahaha when I started this new technique when I started this new technique, with little knowledge and modest equipment…in one of the first fishing’s, something really big hit (amberjack) where the fish could not be contained and swept me and my friends, that kept me not fall through with him…..After a good fight with the fish, it came out. It was the start for a top equipment buy…..and stucking with the technique .

In the technique of Shore Jigging, are increasingly being used in addition to casting jigs, spoons, Arpoon, kabura and inchiku. Do you support or are you more of a purist and tend to be used only and exclusively casting jig?
Like as any technical of fishing, so in shore jigging, everyone has to be openminded and constantly experimenting……. I use everything, depending on the fish. Kabura and inchiku …… will always be used depending on the place …… as the wild underwater landscape of Crete … does not leave much space, as sometimes catches the seabed . Large popper & plugs are always with me for fishes hunting at the surface . Also, lately we are looking for hand- colored in our plan and faithful imitation of small fish, living in the area we fish.

How do you see the future of the Shore Jigging?
The future of shore jigging, is optimistic, as the technique has to offer great excitement, as more and more catches and fish size increases. Also, the industry around the SJ, presents new products at a furious pace.

What’s your advice to those who are approaching the technique of Shore Jigging?
Yet every young angler should insist and ‘search’, and to sacrifice effort and money. Also, most importantly, to have fishing consciousness, not to behave advantageously and to do/act as ‘catch and release’ either in small fish, or in large and infrequent.

Want to add something
I would like to thank you for the opportunity you gave me to present my views through this interview, and I wish you always the best, successes and great excitements to all you who get involved with SJ.

Simone HiraMahi Aprile

Simone Aprile, classe '87, nato a Pisa, vive attualmente in provincia di Messina; è un pescatore sportivo, da sempre amante del mare e appassionato di pesca con le esche artificiali, handmade e fotografia. Inoltre è un lurebuilder e appassionato sfegatato di tutto ciò che ruota intorno alla costruzione fatta a mano di esche artificiali, dai materiali, alle esche finite realizzate da altri costruttori. Nel 2013 ha creato "Shore Jigging Italia" un sito internet contenente articoli di carattere informativo riguardo questa fantastica tecnica di pesca, poi assorbito e sostituito nel 2018 da "HiraMahi.it", che è stato creato per raccontare se stesso, le sue passioni e le sue attività attraverso articoli scritti e video, oltre a creare Blog & Vlog con tutorial, recensioni, interviste e news.

Lascia un commento