Esche artificiali: Aquawave Gekitsui Oh


Dopo aver visto il Bakugeki Oh, parliamo del fratello Gekitsui Oh, di casa Aquawave.

Il Gekitsui Oh rispetto al Bakugeki Oh ha come notevole differenza, la distribuzione del peso, che in questo caso è centrale.
Questo casting jig possiamo trovarlo in commercio in un range di sei grammature, 18, 28, 40, 60 e 80 grammi oltre al modello da 7 grammi destinato ad un utilizzo light.
Per quanto riguarda le colorazioni, possiamo trovare i modelli da 18 e 80 grammi in ben nove colorazioni, mentre i modelli da 28, 40 e 60 grammi in un totale di otto colorazioni.
Il Gekitsui Oh è un ottimo jig, con un grande potenziale catturante.
Unica nota dolente è la tenuta del colore, ma non per questo è un jig da evitare, in quanto le più belle catture potrebbe regalarle proprio il Gekitsui Oh.
Le lunghezze di questi jig sono rispettivamente di:

18 g – 73 mm
28 g – 85 mm
40 g – 95 mm
60 g – 110 mm
80 g – 120 mm

Simone HiraMahi Aprile

Simone Aprile, classe '87, nato a Pisa, vive attualmente in provincia di Messina; è un pescatore sportivo, da sempre amante del mare e appassionato di pesca con le esche artificiali, handmade e fotografia. Inoltre è un lurebuilder e appassionato sfegatato di tutto ciò che ruota intorno alla costruzione fatta a mano di esche artificiali, dai materiali, alle esche finite realizzate da altri costruttori. Nel 2013 ha creato "Shore Jigging Italia" un sito internet contenente articoli di carattere informativo riguardo questa fantastica tecnica di pesca, poi assorbito e sostituito nel 2018 da "HiraMahi.it", che è stato creato per raccontare se stesso, le sue passioni e le sue attività attraverso articoli scritti e video, oltre a creare Blog & Vlog con tutorial, recensioni, interviste e news.

Lascia un commento