Mulinelli: Okuma Cedros CJ 55


Oggi vi parlo di un mulinello che consente di avere molta resa con poca spesa, l’Okuma Cedros

Spicca subito agli occhi un archetto molto robusto, la bobina è molto capiente, e il pomellone.
Parlando di materiali, il corpo è in alluminio, proprio come la bobina, la manovella e il pomellone.
Facendolo girare, da l’impressione di essere un po “plasticoso”, trasmettendo poca fiducia, ma basterà qualche pesce in canna per capire che questo è un mulinello con grandi potenzialità.
Il Cedros 55 ha  cinque cuscinetti in totale, 4 HPB  e 1 RB, non è il massimo della fluidità, ma non è importante, perchè nella tecnica dello Shore Jigging abbiamo bisogno di potenza, affidabilità e robustezza.
La bobina, ha una capienza, quasi simile a quella di un mulinello di taglia 8000 Shimano o 4500 Daiwa.
La casa dichiara che imbobina 260 metri di treccia del diametro dello 0.35!
Stando alla descrizione fornita da Okuma, il Cedros 55 ha uno speciale trattamento che servirebbe a contrastare la corrosione causata dalla salsedine, io fino ad ora, non ho un minimo componente del mulinello attaccato dall’ossido.
Come molti mulinelli hanno, anche il Cedros possiede una membrana, posta tra la bobina e il knob per la taratura della frizione, che serve a non far passare acqua, sporco e sabbia.
La frizione, è composta da dischi in acciaio e feltro, ma  nonostate questo, risulta essere molto potente e abbastanza ben tarabile.
Con una piccola spesa è possibile mettere i dischi in carbontex e la frizione risulterà essere molto piu tarabile e potente.
Il peso è di poco meno di 500 grammi, mentre il rapporto di recupero è di 4.5:1, molto potente, e adatto all’utilizzo nella tecnica dello Shore Jigging.
Nonostante il bassissimo rapporto di recupero, data la larghezza della bobina, riesce ad imbobinare una buona quantità di treccia, Okuma dichiara che il Cedros 55 recupera 40 pollici di treccia, per ogni giro di manovella, ovvero circa 100 cm.
Molto buono l’imbobinamento, anche con trecciati con diametri molto fini, in ore e ore di pesca, non ho mai avuto parrucche o notato problemi di imbobinamento.
In conclusione, posso dire che il Cedros 55 è un mulinello con un rapporto qualità/prezzo molto alto, molto potente, affidabile e robusto, decisamente adatto anche a pesci di grandi dimenzioni.
La tecnica dello Shore Jigging mette sempre a dura prova la nostra attrezzatura, e il Cedros, non teme lo stress causato da questa tecnica.
In poche parole, poca spesa tanta resa!!!

Simone HiraMahi Aprile

Simone Aprile, classe '87, nato a Pisa, vive attualmente in provincia di Messina; è un pescatore sportivo, da sempre amante del mare e appassionato di pesca con le esche artificiali, handmade e fotografia. Inoltre è un lurebuilder e appassionato sfegatato di tutto ciò che ruota intorno alla costruzione fatta a mano di esche artificiali, dai materiali, alle esche finite realizzate da altri costruttori. Nel 2013 ha creato "Shore Jigging Italia" un sito internet contenente articoli di carattere informativo riguardo questa fantastica tecnica di pesca, poi assorbito e sostituito nel 2018 da "HiraMahi.it", che è stato creato per raccontare se stesso, le sue passioni e le sue attività attraverso articoli scritti e video, oltre a creare Blog & Vlog con tutorial, recensioni, interviste e news.

Lascia un commento